• Benvenuti nel nuovo forum di Meteodue.it

Polar Vortex 22-23 - Winter At Last Call?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
Se il trasporto di ozono è a carico dei movimenti atmosferici , atmosfera che è composta per il 21% da ossigeno molecolare ( o2 ) , quale elemento para magnetico, si può dedurre che sia l'intensità del magnetismo terrestre a regolare il trasporto di ozono dall'equatore, laddove viene prodotto in larga parte, verso i poli.
 

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
MD GROUP
Messaggi
15,863
Reazioni
7,177
Punteggio
113
Località
Comune di Marliana a 490mt slm
Se il trasporto di ozono è a carico dei movimenti atmosferici , atmosfera che è composta per il 21% da ossigeno molecolare ( o2 ) , quale elemento para magnetico, si può dedurre che sia l'intensità del magnetismo terrestre a regolare il trasporto di ozono dall'equatore, laddove viene prodotto in larga parte, verso i poli.

No, l'ozono dall'Equatore ai Poli è trasportato dalla Brewer e Dobson circulation 😉
 

zagor

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
1,655
Reazioni
481
Punteggio
83
Località
voghera
Mi sono sempre chiesto dato che viviamo sulla superficie di un enorme magnete sferico, come il magnetismo terrestre influisca sugli elementi.
È noto che l'o3 è elemento diamagnetico, cioè , che non subisce forza e orientamento in presenza di un campo magnetico esterno, quello terrestre nello specifico.
Mentre l'o2 ( ossigeno molecolare ) è elemento para magnetico, cioè, subisce forza e orientamento in presenza di un campo magnetico esterno, nello specifico, quello terrestre.
Se osserviamo mappe riguardanti la media di intensità del campo magnetico terrestre, più intenso verso i poli laddove le linee di campo sono in numero maggiore e concentriche, si osserva una netta correlazioni con le concentrazioni medie dell'ozono.

In parte.
Il bando ai CFC è datato 1987.
Nessuno conosce le principali cause, anzi, le concause.
Perché non ne esiste una sola.
Come puoi vedere , il campo magnetico terrestre regola l'entrata di particelle cariche in atmosfera, determinando in maniera consequenziale il depauperamento ozono sferico in favore della formazione di ossidi di azoto.
Questo è noto da decenni.


I Cloroflluorocarburi possono restare in atmosfera per decenni. Ed il fatto che siano vietati dall'87 non ha impedito che in molte parti del mondo siano stati usati ancora per.diversi anni.
Quindi il " non si sa " è una affermazione errata. Si sa ed è provato che i CFC hanno.danneggiato e danneggiano ancora l'ozono. Il resto semmai sono solo ipotesi.
 

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
I Cloroflluorocarburi possono restare in atmosfera per decenni. Ed il fatto che siano vietati dall'87 non ha impedito che in molte parti del mondo siano stati usati ancora per.diversi anni.
Quindi il " non si sa " è una affermazione errata. Si sa ed è provato che i CFC hanno.danneggiato e danneggiano ancora l'ozono. Il resto semmai sono solo ipotesi.

I Cloroflluorocarburi possono restare in atmosfera per decenni. Ed il fatto che siano vietati dall'87 non ha impedito che in molte parti del mondo siano stati usati ancora per.diversi anni.
Quindi il " non si sa " è una affermazione errata. Si sa ed è provato che i CFC hanno.danneggiato e danneggiano ancora l'ozono. Il resto semmai sono solo ipotesi.




1679511822278.png
 

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
Esatto: +/- ozono ai poli è principalmente effetto della BDC e rappresenta la cartina tornasole per la magnitudo della stessa. :sneaky:
D'accordo ma la brewer dobson è magnetismo.
Basti guardare a sinistra il campo geo magnetico terrestre in intensità.
Laddove è più intenso , dove linee di campo sono maggiori e concentriche, c'è accumulo di ozono, mappa a destra.
 

Allegati

  • figure-92-magnetic-field-strength.png
    figure-92-magnetic-field-strength.png
    301.9 KB · Visualizzazioni: 11
  • era5-0p5deg_26.png
    era5-0p5deg_26.png
    248 KB · Visualizzazioni: 11

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
Se osserviamo la mappa di campo geo magnetico attentamente,immagine a sinistra espressa in nanotesla , ci accorgiamo che anche la media della circolazione atmosferica è controllata dal magnetismo terrestre.
Per comodità posto quella a media troposfera, ma chi vuol eseguire ricerca la può trovare pure a 250 hpa come a 70 hpa in bassa stratosfera.
Il magnetismo dell'aria sta a carico della molecola di ossigeno molecolare ( o2 ) , quale elemento paramagnetico.
Avete mai eseguito esperimenti come quello nello spargere della limatura di ferro per scovar le linee di campo di un magnete ?
 

Allegati

  • magnetic_field_a.gif
    magnetic_field_a.gif
    415.8 KB · Visualizzazioni: 15
  • ncep1_19.png
    ncep1_19.png
    227.3 KB · Visualizzazioni: 15

neve_a_Roma

Utente esperto
Membro Senior
Messaggi
608
Reazioni
353
Punteggio
63
Località
Roma
Grazie per questo dibattito, molto interessante. A vol
Se osserviamo la mappa di campo geo magnetico attentamente,immagine a sinistra espressa in nanotesla , ci accorgiamo che anche la media della circolazione atmosferica è controllata dal magnetismo terrestre.
Per comodità posto quella a media troposfera, ma chi vuol eseguire ricerca la può trovare pure a 250 hpa come a 70 hpa in bassa stratosfera.
Il magnetismo dell'aria sta a carico della molecola di ossigeno molecolare ( o2 ) , quale elemento paramagnetico.
Avete mai eseguito esperimenti come quello nello spargere della limatura di ferro per scovar le linee di campo di un magnete ?
Mi piacciono molto i tuoi interventi, così fuori dalle righe a livello tecnico da non sembrare reali a volte, però stai aprendo un mondo a cui personalmente non ho mai riflettuto. Complimenti! Credi che l'indebolimento del campo magnetico terrestre porti ad una diminuzione di molecole di ossigeno con capacità attrattive (per via della carica debolmente negativa) in stratosfera/troposfera a discapito di una maggiore presenza di protoni con carica positiva respingente? Quindi ciò causa una minore probabilità di precipitazioni? Ti ringrazio
 

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
Grazie per questo dibattito, molto interessante. A vol

Mi piacciono molto i tuoi interventi, così fuori dalle righe a livello tecnico da non sembrare reali a volte, però stai aprendo un mondo a cui personalmente non ho mai riflettuto. Complimenti! Credi che l'indebolimento del campo magnetico terrestre porti ad una diminuzione di molecole di ossigeno con capacità attrattive (per via della carica debolmente negativa) in stratosfera/troposfera a discapito di una maggiore presenza di protoni con carica positiva respingente? Quindi ciò causa una minore probabilità di precipitazioni? Ti ringrazio
Ciao !
Ti ringrazio.
No, non credo che le precipitazioni da noi per esempio, siano in calo per quel motivo.
Credo che le precipitazioni alle nostre latitudini siano frutto di un rialzo della storm track atlantica in seno al fronte polare.
Piuttosto l'indebolimento del campo geo magnetico, a qualsiasi scala temporale, a scanso di oscillazioni più o meno in un verso o nell'altro porta a due effetti, meno magnetismo significa che meno o2 viene attratto verso i poli, indebolendo il trasporto dell'o3 dall'equatore verso i poli e parallelamente un campo in indebolimento permette l'entrata in atmosfera di una maggior quantità di particelle cariche depapuerando lo stesso o3, con un aumento di ossidi di azoto.
Duplice effetto del minor magnetismo , meno ozono stratosferico e meno ozono trasportato dall'equatore ai poli, con un aumento della radiazione UV in entrata terra.
Questo meccanismo è noto alla scienza e osservabile nella formazione delle aurore polari, quest'ultime, effetto del meccanismo sopra descritto.
Quanto alle precipitazioni globali, esse sono in crescita, data l'enorme quantità di vapore acqueo rilasciata dagli oceani in riscaldamento.
:)
 
Ultima modifica:

ponente

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
19,732
Reazioni
250
Punteggio
83
Località
Pontedassio(IM) 80 Mt.
Uno studio in merito all'indebolimento del campo effettuato da un nostro connazionale

Ciao, quindi secondo te da cosa è dovuto l'indebolimento del campo magnetico terrestre?? Moti orbitali dei pianeti ,Sole, questioni extra galattiche ecc.
Mi affascina il tema, anche perchè la diminuzione dell'ozono lo reputo molto importante, come tra l'altro hai ben illustrato, per le vicende meteorologiche, spece nelle variazioni improvvise di tale fenomeno.
 

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
Buongiorno a tutti, si sa qualcosa riguardo l'indice AMO? Noto belle anomalie positive sull'atlantico meridionale...
I dati AMO del NOAA indicano un trend in discesa dopo il dato record di settembre 2022.
Dato record secolare se si conta pure la raccolta dati ante 1948.
Dati grezzi, non filtrati e soggetti comunque ad un ampio margine di errore.
 

Allegati

  • amo_short.gif
    amo_short.gif
    7.6 KB · Visualizzazioni: 16
  • 20230324_162622.jpg
    20230324_162622.jpg
    290.4 KB · Visualizzazioni: 15

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
Ciao, quindi secondo te da cosa è dovuto l'indebolimento del campo magnetico terrestre?? Moti orbitali dei pianeti ,Sole, questioni extra galattiche ecc.
Mi affascina il tema, anche perchè la diminuzione dell'ozono lo reputo molto importante, come tra l'altro hai ben illustrato, per le vicende meteorologiche, spece nelle variazioni improvvise di tale fenomeno.
Il campo magnetico terrestre si pensa funzioni come una dinamo auto eccitante ed è generato da incessanti correnti elettriche ( flusso di elettroni, in quanto è l'elettrone ad avere forza attrattiva ) generate dalla differenza di potenziale nel dipolo elettrico generato nel nucleo esterno terrestre, a circa 3000 km di profondità sotto alla superficie terrestre da vorticosi e rotatori fiumi di magma in seno alla rotazione terrestre.
Il campo si estende dal campo nucleare fino a quello esterno che arriva a migliaia di km sopra alla superficie terrestre, ovvero la magnetosfera.
Trattasi di un semplice campo generato da un dipolo elettrico e le sue variazioni sono seguito di variazioni di differenza di potenziale elettrico nel dipolo.
Nessuno sa il perché la differenza di potenziale cambi continuamente.
 

snowpiercer2012

Utente esperto
Messaggi
772
Reazioni
502
Punteggio
93
Località
Vallerano vt
I dati AMO del NOAA indicano un trend in discesa dopo il dato record di settembre 2022.
Dato record secolare se si conta pure la raccolta dati ante 1948.
Dati grezzi, non filtrati e soggetti comunque ad un ampio margine di errore.
Hai detto bene settembre 2022 record amo....ti dice qualcosa?io e' da tempo che lo dico,piu sara positivo questo ciclo piu saranno gli interessi in negativo da scontare fra qualche decennio
 

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
Hai detto bene settembre 2022 record amo....ti dice qualcosa?io e' da tempo che lo dico,piu sara positivo questo ciclo piu saranno gli interessi in negativo da scontare fra qualche decennio
Non saprei, perché l'amo tiene conto delle temperature medie superficiali dell'intero oceano nord atlantico.
Tra le due sponde che va dall'equatore al 70 gradi nord.
La considerazione di una fase positiva e negativa è un po' un mistero, nel senso che esiste una temperatura specifica per considerare un positivo o un negativo, cioè , una temperatura fissa ?
Non esistendo, probabilmente il variare della fase è intesa come il trend di riscaldamento o di raffreddamento.
Anche perché dai dati NOAA privi di smoothing , cioè di correzioni per far vedere che esistono dei cicli che in realtà non esistono, il trend multi secolare dell'AMO, cioè delle SST nord atlantiche, segna un trend positivo a lungo termine.
Le fasi di crescita son sempre più calde e quelle di calo sempre meno fredde.
A dire che le fasi positive lo son sempre di più di quella precedente e quelle negative son sempre di meno di quella precedente.
Con questo non voglio dire che le sst non torneranno mai ai livelli degli anni 60 e 70, ma cerco di rendere l'idea di cosa sia in realtà l'oscillazione nel senso stretto del termine.
 

Allegati

  • nclCaPgM1cmVK.tmpqq.png
    nclCaPgM1cmVK.tmpqq.png
    135.6 KB · Visualizzazioni: 21

setra85

Utente esperto
Messaggi
600
Reazioni
437
Punteggio
63
Se dovessimo far riferimento ai dati dell'oscillazione dell'AMO a colpi di smoothing, pare esista un ciclo preciso che in realtà non esiste.
I cicli sono solo delle normalizzazioni per regolarsi di un qualcosa che non è regolare.
 

Allegati

  • Amo_timeseries_1856-present.svg.png
    Amo_timeseries_1856-present.svg.png
    77.4 KB · Visualizzazioni: 17

snowpiercer2012

Utente esperto
Messaggi
772
Reazioni
502
Punteggio
93
Località
Vallerano vt
Se dovessimo far riferimento ai dati dell'oscillazione dell'AMO a colpi di smoothing, pare esista un ciclo preciso che in realtà non esiste.
I cicli sono solo delle normalizzazioni per regolarsi di un qualcosa che non è regolare.
Io quello che noto è che dal 1900 i cicli amo siano sempre piu regolari poi se floppera il decennio prox non saprei
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top