• Benvenuti nel nuovo forum di Meteodue.it

*AUTUNNO-INVERNO 2023/24 : EL NINO RULEZ

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Nonno_rodano

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
1,828
Reazioni
1,946
Punteggio
113
Località
Prato
al momento non parrebbe trattarsi di FW, sia GFS che ECMWF mostrano un rientro sopra lo zero degli zw seppur blando 😉

L'MMW ormai quasi certo avrà ancora caratteristiche di displacement con disposizione a noi avversa, se fossimo in pieno inverno rivivremmo un gennaio/febbraio appena trascorsi. Stavolta però essendo a fine stagione forse ci girerà meglio, rimangono quindi buone possibilità di avere sulla testa le isoterme a 850hpa più basse della stagione proprio a metà marzo. Non mi stupirei se tra 10 marzo e 10 aprile vivessimo una fase tipicamente invernale:unsure:
 

agonovanta3

Utente esperto
Messaggi
604
Reazioni
769
Punteggio
93
Località
Viareggio (Lu)
Non butto via un, eventuale, episodio freddo e perturbato a Luglio, figuriamoci a metà Marzo.

Rimarrebbe, ancora di più, un pochino di amaro in bocca per aver avuto qualche tassello in più al punto giusto, forse, troppo tardi.
 
Ultima modifica:

AleSnowRoma

Utente esperto
Membro Junior
Messaggi
112
Reazioni
56
Punteggio
28
Ormai questo inverno è una ripetizione continua delle stesse dinamiche. Lo split che andavo monitorando, proposto stavolta ancora più volte rispetto al precedente warming non è stato confermato, ripiegando ancora su un displacement. Tuttavia penso anche io che gli effetti negativi potrebbero essere meno evidenti, poiche' il vps ormai non ha la forza di rigenerarsi e aumentare le sue velocità in zona Russa andandosi al contrario ad indebolirsi ed allungarsi progressivamente. Questo si potrebbe riperquotere in una tendenza alla tensione zonale ma così debole da non scalfire più di tanto la struttura alto pressoria che si andrà invece ad allungare verso nord-est traghettando aria artica continentale in Europa, con più probabile interessamento dell'Italia. Resta comunque una dinamica non del tutto semplice da portare a casa seppure possibile. Periodo di riferimento 10-20 Marzo confermato. E' chiaro che con lo split invece ci giocavamo roba più importante ma soprattutto più probabile. Ma evidentemente questa stagione non ne ha voluto sapere. Seppure siamo arrivati spesso ad un passo da dinamiche importanti.
 

AleSnowRoma

Utente esperto
Membro Junior
Messaggi
112
Reazioni
56
Punteggio
28
Intanto proprio oggi inizia la rotazione dell'asse del vp che permetterà di instaurare una situazione estremamente interessante a fine prima decade. Questo è il primo step della dinamica. Ancora una volta la fase successiva non convince a causa del displacement, ma la particolare debolezza del vp e un asse leggermente migliore potrebbero giocare a nostro vantaggio per la tenuta del blocco alto-pressorio e il traghettamento di aria artico continentale verso l'Europa meridionale. Sarà un braccio di ferro tra l'ennessimo svuotamento dei gpt sulla Russia e il blocco atlantico. Stavolta la partita è più viva, ma tutto deve coincidere al millesimo per portarla a casa. Io direi 60% il blocco collassa, 40% tiene. In caso di split avrei detto 90% il blocco tiene e l'irruzione sarà tosta, ma inutile piangere sul latte versato.
1.png
2.png3.png
gfs_z10_nh_f216.png
 
Ultima modifica:

adm.ackbar

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
1,361
Reazioni
1,188
Punteggio
113
Località
Vado Ligure
al momento non parrebbe trattarsi di FW, sia GFS che ECMWF mostrano un rientro sopra lo zero degli zw seppur blando

L'MMW ormai quasi certo avrà ancora caratteristiche di displacement con disposizione a noi avversa, se fossimo in pieno inverno rivivremmo un gennaio/febbraio appena trascorsi. Stavolta però essendo a fine stagione forse ci girerà meglio, rimangono quindi buone possibilità di avere sulla testa le isoterme a 850hpa più basse della stagione proprio a metà marzo. Non mi stupirei se tra 10 marzo e 10 aprile vivessimo una fase tipicamente invernale:unsure:

E meno male, aggiungo…potremo contare su un minimo di compressione adiabatica e risonanza troposferica.

Dato per certo l’MMW, non sarei proprio sicuro di risoluzione in displacement, benché maggioritaria…


Admiral Ackbar
 

GM Chenal

Utente esperto
MD GROUP
Messaggi
7,229
Reazioni
5,570
Punteggio
113
Località
Aosta, 600 m slm
gfs_nh-namindex_20240227.png
 

adm.ackbar

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
1,361
Reazioni
1,188
Punteggio
113
Località
Vado Ligure
E meno male, aggiungo…potremo contare su un minimo di compressione adiabatica e risonanza troposferica.

Dato per certo l’MMW, non sarei proprio sicuro di risoluzione in displacement, benché maggioritaria…


Admiral Ackbar

Siamo ai titoli di coda, non ci sono più dubbi.

Come impone l’avanzamento stagionale e lo status stagionale del VPS sempre weak like, sarà un MMW strong e piuttosto warm

2163ab319fc3ef4473ae7456735ed84f.jpg

01702717980867ab30e5277923892c1a.jpg

700fb463fe2d56478fffdac4884d7f22.jpg


Il forcing E’y dalla bassa stratosfera imporrà un notevole rallentamento zonale che andrà oltre la tropopausa ed in risonanza troposferica

aca62385463b65947abaf450d87e27cc.jpg


E magari la risoluzione ci premia

5e4747b205a536f8a2d7a6a2ba0cab54.jpg

e0c5f5d74513f24349b3403b2a6e691f.jpg

decbae60b5dc40e6acf9d3fec26a7e76.jpg



Admiral Ackbar
 

granneve

Utente esperto
Membro Senior
Messaggi
380
Reazioni
344
Punteggio
63
Località
Riccia (CB) 710 m slm
Behh, una stagione piuttosto anomala in termini predittivi con tendenze che sono riuscite e mutare radicalmente in più occasioni, forecasts index compresi, e puntualmente alle soglie di un possibile cambiamento invernale. A questo giro, mi riferisco agli ultimissimi aggiornamenti, vedo proiezioni index che stanno mutando da non favorevoli a mediamente favorevoli un certo trend più invernale per alcune fasi di Marzo. Nello specifico, veniamo da una condizione di AO/NAO positivi, attualmente a +2, e di PNA negativo, attualmente a -3. Ebbene, questo quadro è dato in capovolgimento tra qualche giorno, con AO/NAO entrambi tendenti a negativi, fino a -2, questo già dal 4 marzo, mentre il PNA è visto in progressiva, ma più lenta ascesa, tant'è che questo diverrebbe positivo dal 14 marzo circa, a fronte di AO e NAO persistentemente negativi fino a fine mese circa. Dunque, almeno nei forecasts, da vedere poi se terranno la posizione o cambieranno nuovamente, azioni instabili a fasi alterne continueranno sul Mediterraneo centrale, magari qualcuna con un quadro termico più freddino, ma qualcosa di più serio in termini invernali potrebbe appunto intervenire da metà mese e nella seconda parte di marzo quando il PNA anderebbe su.. Vediamo se tiene il trend.
 

AleSnowRoma

Utente esperto
Membro Junior
Messaggi
112
Reazioni
56
Punteggio
28
Questa sera vedo finalmente un run che mostra la possibile evoluzione che ho in testa da tempo per il periodo 10-20 Marzo in tutta la sua interezza.
Blocco che regge e riesce a sopravvivere allo svuotamento dei gpt sulla Russia (dovuto al displacement) generando come conseguenza un passaggio basso di aria artico-continentale verso il mediterraneo. Questo grazie ad un vps molto allungato e debole che non riesce ad imprimere vorticità pesanti nei bassi strati tali da generare una tensione zonale forte. Inoltre quello che inizia come un displacement sembrerebbe tramutarsi in un secondo momento in split completo. Stavolta ho aspettato un po di tempo perchè tutti gli split fino ad oggi venivano ritrattati. In questo caso sembra che il momento è arrivato.
Ciò significa che se riuscissimo a sopravvivere al displacement costruendo il primo canale continentale verso il mediterraneo, successivamente potremmo assistere ad un amplificazione del pattern con ripristino delle vorticità in Canada e nuova spina dell'anticiclone verso Nord-Est, con una seconda discesa ancora più corposa nel periodo 16-20.
E' chiaro che questa è la visione più ottimistica, ma ad oggi tale ipotesi, che sembrava solo un appannaggio tempo fa, è una strada percorsa dalle elaborazioni modellistiche.
Il potenziale c'è. Se riusciamo a sbloccarlo non ci giochiamo qualcosa di piccolo.
Come sempre non significa che effettivamente avverrà, ma la partita è viva.

gfsnh-0-228.png
gfs_z10_nh_f336.png
 

AleSnowRoma

Utente esperto
Membro Junior
Messaggi
112
Reazioni
56
Punteggio
28
Nulla da fare, il braccio di ferro ha sancito come vincitore il collasso del blocco. Lo split successivo molto probabilmente sarà parziale e non in grado di incidere più di tanto. D'altronde questa era la risoluzione più plausibile visto il displacement in atto. Porte aperte alla primavera. Chiudo i battenti anche io. Ci abbiamo provato. E' comunque sempre bello seguire e cercare di interpretare le evoluzioni atmosferiche.
gfsnh-0-192.png
 

granneve

Utente esperto
Membro Senior
Messaggi
380
Reazioni
344
Punteggio
63
Località
Riccia (CB) 710 m slm
Nulla da fare, il braccio di ferro ha sancito come vincitore il collasso del blocco. Lo split successivo molto probabilmente sarà parziale e non in grado di incidere più di tanto. D'altronde questa era la risoluzione più plausibile visto il displacement in atto. Porte aperte alla primavera. Chiudo i battenti anche io. Ci abbiamo provato. E' comunque sempre bello seguire e cercare di interpretare le evoluzioni atmosferiche.
Visualizza allegato 18353
Behh, insomma, non la vedo malaccio, beninteso, rispetto allo scifo fino a ora. Dunque, mi pare che stia abbastanza in corsa ancora una certa fase più fredda invernale specie per il corso della seconda decade, poi da vedere di che tipo e se con reiterazioni ancora a seguire. La predisposizione index la vedo buona. Ho allegato l'andamento index principali per il corso di questo inverno. Dunque, come visibile la prima parte di Gennaio e anche più ( fase cerchiata in rosso a sinistra) è evoluta con AO/NAO negativi , ma anche PNA medio-basso, quindi con sostanziale instabilità abbastanza ricorrente di matrice atlantica non fredda e con questi indici ci sta assolutamente. Non trovo spiegazioni che mi convincano invece, rispetto a quanto vi è stato e al di là di displacement, disposizioni lobi non favorevoli (per me queste vicende alte non sono direttamente incidenti, semmai amplificanti ciò che accade ai piani bassi), per 10 giorni almeno in febbraio. Nel corso delle prime due decadi, abbiamo avuto appunto per almeno 10 giorni, index favorevoli ad azione meridiana e non ve ne è stato cenno: la fase cerchiata in rosso con punto interrogativo ha visto NAO pressochè neutra o leggermente negativa, AO negativo e PNA positivo. Si è concretizzato qualche veloce affondo medio-nord atlantico e poi alta pressione in gran parte. Evoluzione assolutamente anomala rispetto agli indici con HP spesso sul Mediterraneo ( sarebbe dovuto stare decisamente più a Ovest) e LP atlantiche medio orientali molto pimpanti. Questa attività depressionaria sull'Atlantico medio orientale insiste imperterrita a prescindere dal cambio index.. Una roba strana, ma strana-stranissima. In ogni modo prossimamente index dapprima per azione atlantica instabile, dati index AO/NAO negativi, ma PNA pure e fino al 12/13 circa; a seguire, con PNA +, l'hp potrebbe meridianizzarsi e appoggiare azioni più fredde appunto meridiane. VediamoSenza nome-6.png
 

Giovanni Micalizzi

Utente esperto
Membro Onorario
Messaggi
453
Reazioni
318
Punteggio
63
Località
Messina (Santa Margherita messinese ionico)
Behh, insomma, non la vedo malaccio, beninteso, rispetto allo scifo fino a ora. Dunque, mi pare che stia abbastanza in corsa ancora una certa fase più fredda invernale specie per il corso della seconda decade, poi da vedere di che tipo e se con reiterazioni ancora a seguire. La predisposizione index la vedo buona. Ho allegato l'andamento index principali per il corso di questo inverno. Dunque, come visibile la prima parte di Gennaio e anche più ( fase cerchiata in rosso a sinistra) è evoluta con AO/NAO negativi , ma anche PNA medio-basso, quindi con sostanziale instabilità abbastanza ricorrente di matrice atlantica non fredda e con questi indici ci sta assolutamente. Non trovo spiegazioni che mi convincano invece, rispetto a quanto vi è stato e al di là di displacement, disposizioni lobi non favorevoli (per me queste vicende alte non sono direttamente incidenti, semmai amplificanti ciò che accade ai piani bassi), per 10 giorni almeno in febbraio. Nel corso delle prime due decadi, abbiamo avuto appunto per almeno 10 giorni, index favorevoli ad azione meridiana e non ve ne è stato cenno: la fase cerchiata in rosso con punto interrogativo ha visto NAO pressochè neutra o leggermente negativa, AO negativo e PNA positivo. Si è concretizzato qualche veloce affondo medio-nord atlantico e poi alta pressione in gran parte. Evoluzione assolutamente anomala rispetto agli indici con HP spesso sul Mediterraneo ( sarebbe dovuto stare decisamente più a Ovest) e LP atlantiche medio orientali molto pimpanti. Questa attività depressionaria sull'Atlantico medio orientale insiste imperterrita a prescindere dal cambio index.. Una roba strana, ma strana-stranissima. In ogni modo prossimamente index dapprima per azione atlantica instabile, dati index AO/NAO negativi, ma PNA pure e fino al 12/13 circa; a seguire, con PNA +, l'hp potrebbe meridianizzarsi e appoggiare azioni più fredde appunto meridiane. VediamoVisualizza allegato 18366
Bisogna cancellare totalmente questa visione di indici= un riscontro come se la cosa fosse automatica, non è cosi che si approccia la questione e lo abbiamo già visto ormai da anni che non serve. E' un consiglio sia chiaro!
 

burian78

Utente esperto
Membro Senior
Messaggi
451
Reazioni
184
Punteggio
43
Località
gubbio
Bisogna cancellare totalmente questa visione di indici= un riscontro come se la cosa fosse automatica, non è cosi che si approccia la questione e lo abbiamo già visto ormai da anni che non serve. E' un consiglio sia chiaro!
Concordo in pieno
Questo tema l.avevo posto anche lo scorso inverno e mi si diceva che non era così.....questo anno invece è un ulteriore riprova che putroppo è così ....se andiamo indietro in questo topic, e andiamo a vedere cosa si diceva a novembre x dicembre,dicembre x gennaio ,gennaio x febbraio....be' c erano sempre alcune occasioni per qualcosa di buono( non sto a dire se tanto o poco ,eventi o leggere passate) e questo perché indici ,correlazioni ecc facevano pensare a possibili ondate di freddo più o meno intense ! Invece puntualmente niente di che ....questa cosa è evidente ormai negli ultimi anni.....e non dico neanche che è colpa dei big che scrivono qui.....perché tutto ciò che dicono è ovviamente giusto!! Putroppo sono cambiate alcune cose che fanno si,che tutto quello che si è studiato negli anni ha un margine di errore molto ,molto più grande rispetto 10/15/20 anni fa ....
Mio modesto parere, scenziati , metereologi di tutto il mondo dovranno rimettersi a studiare (ma credo lo stiano già facendo) per trovare nuove correlazioni ecc per tornare nel giro di alcuni anni ad avere previsioni più attendibili ,come lo erano fino pochi anni fa......
Ci si è meravigliati in questo inverno come in alcune occasioni con certi indici e correlazioni ,non abbia fatto nulla di che ! Non sono errori di chi prova sempre con passione a fare previsioni ma semplicemente cambiamenti da.cui imparare cose nuove per il futuro
 

granneve

Utente esperto
Membro Senior
Messaggi
380
Reazioni
344
Punteggio
63
Località
Riccia (CB) 710 m slm
Behh, cancellare totalmente non direi perché c'è comunque una buona correlazione. La meteo va studiata sempre perché sempre sfuggente. C'è, però,qualcosa di molto strano su micro area, nemmeno tanto sugli assetti generali emisferici rispetto agli index.
 

Cloover

CSCT Team
Staff Forum
MD GROUP
Messaggi
15,779
Reazioni
7,138
Punteggio
113
Località
Comune di Marliana a 490mt slm
2 cose:

1) Non si tratta di un FW ma proprio di un MMW displacement con tendenza ad evolvere in split

2) Le possibilità di un'ondata di freddo tardiva(fine Marzo o addirittura Aprile) sono consistenti, questo perchè il VPS tende a muoversi con moto antizonale, una dinamica lenta ma persistente, che potrebbe finire per attivare una risonanza sull'onda Atlantica Troposferica, innescando condizioni favorevoli a retrogressioni

gfs-z10-nh-f384.png

NH-HGT-30mb-384.gif
 

AleSnowRoma

Utente esperto
Membro Junior
Messaggi
112
Reazioni
56
Punteggio
28
Si, finalmente le vorticità in Russia verranno smaltite e si andranno a spostare in area Canadese.
Inoltre abbiamo una MJO in marcia spedita verso fasi propizie.
Oggettivamente un moto retrogrado tardivo è assolutamente possibile. Tuttavia a causa della riuscita propagazione del displacement (collasso del blocco e scarico dei gpt sulla Russia) avremo da smaltire la mal disposizione delle masse e quindi si andrebbe a finire a fine mese come da te descritto. Insomma saremo in primavera. Della serie ormai la Pasqua è il nuovo Natale. Fosse stata leggermente inibita la propagazione del displacement in troposfera la fase successiva sarebbe entrata in azione molto più velocemente. E ci eravamo arrivati vicino. Però era un'evoluzione davvero complessa da portare a casa. ECMF.png
 

Luca Orlando

CSCT Team
MD GROUP
Messaggi
3,971
Reazioni
2,199
Punteggio
113
Località
Nelle periferie di Bassano del Grappa (Pedemontana
Comunque mai visto una Stratosfera così debole e disturbata da Warming di ogni tipo come quest'anno..

hgt.ao.cdas.png

pole10_nh.gif

time_pres_HGT_ANOM_JFM_NH_2024.png

u10serie_cfsRawCorrGefs.png

.. a voi i commenti..

Ma dove sono finiti gli ottimi inverni alle nostre latitudini con una simile situazione?

Quest'inverno passato oramai, non si può dare colpa ad una Stratosfera e un VP forte e fredda a pieni giri.. perché è stato tutto l'opposto.

Un minuto di pausa e di raccoglimento.. grazie.

Riflettiamo...
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top